• Benessere,  Expat

    Expat: è davvero “troppo tardi per ricominciare”?

    Può arrivare un momento, soprattutto nella vita delle donne (che forse culturalmente sono più portate ad avvertire come un problema il tempo che passa), in cui si ha la sensazione di dover ricominciare ma di avere al contempo anche la preoccupazione che sia troppo tardi per farlo. A volte è proprio durante il percorso di psicoterapia che questa sensazione diventa più definita, che si fa più chiara la voglia di ricominciare, di rimettersi in gioco, la consapevolezza di voler cambiare rispetto ad un percorso cominciato magari quando si era molto più giovani, e compare la paura che ormai sia troppo tardi, che si sia troppo avanti con gli anni per poter riprendere gli studi, mettere su famiglia, scegliere…

  • Benessere,  Relazioni

    La felicità: una storia d’impasti e demoni interiori

    “In genere consideriamo la felicità un sentimento la cui durata appare troppo breve. Non siamo noi a raggiungerla, è lei ad afferrarci. Noi diciamo che: “la felicità è breve”, perché la guardiamo nel momento stesso in cui siamo caduti dall’attimo. Ma nell’attimo, nel momento in cui l’uomo si sente felice, esso prova felicità proprio perché il tempo svanisce. E resta nella memoria alla stregua di una pienezza che precede la perdita. Questo sentimento corrisponde a ciò che i Greci chiamavano «eutychìa»: il «buon accadimento», la sorte benevola. Vi era però anche un’altra espressione, «eudaimonìa», che significava «un demone che opera a tuo vantaggio». Socrate afferma che il demone è dentro di…

  • Ansia,  Benessere

    Lo stress nelle donne: cause, conseguenze e strategie

    Parliamo di stress quotidianamente ma sappiamo davvero di cosa si tratta? Ci sono differenze tra uomini e donne nella gestione dello stress? Quali sono le conseguenze dello stress sulla salute? E come possiamo provare a gestire meglio questo fenomeno? Il primo a parlare di stress è stato Hans Selye, un medico austriaco, che ha preso in prestito questo termine dalla metallurgia, definendolo come una “risposta aspecifica dell’organismo ad ogni richiesta effettuata su di esso”. Quindi, in sostanza, secondo Selye, lo stress è uno dei modi in cui noi rispondiamo, fisicamente e psicologicamente, alle richieste che ci arrivano dall’esterno. Queste richieste possono essere molto diverse tra loro e variare da richieste…